Cercare se stessi… e trovare DIO’. John McNeill, la Chiesa cattolica, le persone omosessuali e l’amore che non conosce rancore

2560650847_60ece57ac3

E’ uscito in questi giorni per le edizioni Piagge il libro Cercare se stessi… Per trovare Dio (2011). In poco più di cinquanta pagine John J. McNeill, il teologo statunitense noto come l’autore della “teologia gay della liberazione”, riflette in maniera sincera e onesta su “Omosessualità, Chiesa cattolica, Fede, Vangelo, Spirito” aprendo nuove strade nella spiritualità, nella teologia, e nell’approccio pastorale per i gay e lesbiche cattolici che scrive “in passato hanno interiorizzato l’omofobia della Chiesa, con conseguente odio verso di sé e pulsioni di autodistruttività.

Ma lo Spirito di Gesù ad un certo punto ha toccato i nostri cuori e ci ha liberati da ogni odio e rifiuto verso noi stessi, dandoci la chiara e innegabile esperienza che Dio ci ama nella nostra omosessualità”, pag.23. .
Il libro curato da Valerio Gigante, uno dei redattori del periodico Adista, è stato realizzato  in occasione degli eventi organizzati dai gruppi di cristiani omosessuali italiani per l’Europride di Roma 2011 e contiene anche una toccante riflessione sul tema di Franco Barbero e un introduzione di don Alessandro Santoro.

“Cercare se stessi… Per trovare Dio” vuol aiutare, ancora una volta, i gay e le lesbiche cristiani a "Scommettere su Dio" per liberarsi dalle loro paure perché "Le cose vecchie sono passate: ecco ne sono nate di nuove" (2 Corinzi 5, 17), un cammino che anche quest’anno animerà il Forum dei Cristiani Omosessuali Italiani (Albano, 30 marzo al 1 aprile 2012) a cui parteciperanno gay e lesbiche dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, per conoscersi, raccontarsi e scoprire insieme i segni di speranza che albergano nelle loro vite.

.

4 febbraio 2012, a Milano incontro sul libro ‘Cercare se stessi per trovare Dio’

Lo scorso 17 dicembre 2011 l’agenzia stampa Adista ha pubblicato un’inchiesta dedicata ai credenti omosessuali italiani.
Poche settimana prima Valerio Gigante, che di Adista è redattore, aveva pubblicato il libro «Cercare se stessi per trovare Dio» (Ed. Piagge) con l’intervista che il teologo John McNeill gli aveva concesso durante l’Europride 2011 di Roma.

Leggi tutto…

.

‘Cercare se stessi…’ John McNeill, la Chiesa, le persone omosessuali e l’amore che non conosce rancore
Intervista di Lidia Borghi, 1 febbraio 2012

Valerio Gigante è uno fra i più preparati redattori del periodico Adista, una realtà editoriale cattolica davvero innovativa. Di recente è uscito, per i tipi Piagge Edizioni, il libro Cercare se stessi… Per trovare Dio – Omosessualità, Chiesa, Fede, Vangelo, Spirito (2011).
In poco più di cinquanta pagine l’autore ci offre un dialogo aperto e sincero con John J. McNeill, il teologo statunitense noto in tutto il mondo come uno dei più grandi attivisti omosessuali dei diritti civili per le persone LGBT (acronimo per Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transessuali).

Leggi tutto…

.

‘Cercare se stessi… per trovare Dio’ con John McNeill 
 Intervento tenuto da Matteo del gruppo Kairos di Firenze alla presentazione del libro  ‘Cercare se stessi… per trovare Dio’*, Comunità Le Piagge, Firenze, 22 gennaio 2012.

Capita a volte di rendersi conto di essere eredi spirituali di persone che non conosciamo, di uomini e donne che sono venuti prima di noi, che hanno scritto, parlato agito per noi, prima che noi nascessimo.
Ci cibiamo, per così dire, del pane ricavato dal grano che loro hanno seminato, che altri hanno irrigato, che altri ancora hanno raccolto. Questo è anche il caso di John McNeill.

Leggi tutto…

l


Cercare se stessi e trovare Dio. Gli omosessuali, da vittime a testimoni dello spirito nella loro chiesa
Brano tratto da John McNeill, Cercare se stessi… per trovare Dio. Omosessualità, Chiesa, fede, Vangelo, Spirito, a cura di Valerio Gigante, Edizioni Piagge, 2011,  pp.22-23

Gesù ci ha dato un meraviglioso esempio di come affrontare il problema del capro espiatorio nella storia dell’indemoniato di Gerasa, raccontato da Marco, nel cap.5 del suo Vangelo. La comunità di Gerasa aveva individuato un solo individuo turbato e lo aveva reso il suo capro espiatorio, gettandolo fuori città.

Leggi tutto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...