La terra dei Pierini

Riflessioni di Rosa Salamone del gruppo Varco di Milano

Pierino è grande nella terra dei Pierini. Può fare le corna nella foto, parlare di Romo e Remolo, cantare le sue canzoni napoletane senza uno sbadiglio che lo disturbi.
Se racconta senza affanni le sue barzellette a cuor leggero sulle donne brutte, sugli omosessuali, sugli ebrei è perché tanti pierini gli ruotano intorno, con allegria.

Leggi tutto…

Annunci

7 pensieri su “La terra dei Pierini

  1. Condivido, ma per correttezza credo ci si debba chiedere perché quando recentemente l’ineffabile Di Pietro disse analoghe cose sui gay i soloni di sinistra non hanno fiatato.
    Forse perché sono i medesimi che non protestarono mai contro i gulag per i gay, forse perché sono le stesse anime belle dalla doppia moralità che espellevano dal PCI i gay in quanto incompatibili con la lotta di classe. Oggi, il Fini che disse di non sentirsela di affidare i propri figli a un insegnante gay è osannato ed è diventato quasi un’icona della sinistra. Mah !
    Infine, per farci due risate ( fanno bene alla salute ) proviamo a pronunciare alla francese l’acronimo PD…
    sarebbe un capolavoro di giravolta, se intenzionale, ma non credo siano dotati di così intelligente e onesta autoironia.

  2. Urge un piccolo p.s.:
    il mio “condivido” non si estende affatto alla patente di “pierini” che la gentile Rosa Salamone affibbia a tutti coloro che non la pensano come lei.
    Mai, dico mai, si deve insultare chi la pensa diversamente. Comunque, se l’infallibile e illuminata sinistra vuol perdere le elezioni continui a dare dello sciocco credulone agli elettori non in linea. Ad maiora !
    Nel mio commento precedente ho cercato di limitare il tutto alla condizione dei gay.
    Non è bene, infatti, che questo blog, così correttamente moderato da Gianni Geraci, si tramuti in un’arena pre-elettorale. Ci sono altre sedi.

  3. Scusa, caro Alessandro, ma perché dai per scontato che ho votato a sinistra e che la difendo? E no, non mi scordo di Fini, di Bindi, di D’Alema e delle loro uscite su di noi. Per questo, non li ho votati. Su Di Pietro invece non mi risultano esternazioni omofobe, potrei conoscere la tua fonte?

    Desideravo solo mettere l’accento su questo aspetto: se chi ci governa, destra o sinistra che sia, può liberamente insultarci, la colpa sarà anche nostra no? Sarà un poco di noi LGBTQ che non siamo mai riusciti ad accreditarci come una risorsa nobile, anche elettorale se vuoi, in grado di influenzare le scelte politiche di un governo?

    Un abbraccio sincero

    Un abbraccio sincero

  4. Oggi Di Pietro definisce “battuta da bettola” quella di Berlusconi.
    In un’intervista a Klaus Davi disse esattamente: “Meglio tombeur de femmes che tombeur d’hommes”.
    Non è lo stesso ? Forse è piu elegante perché in francese oppure perché l’Ineffabile frequenta altra bettola ?
    Grazie della garbata risposta, permettimi solo di dire – in tutta cordialità – che se i personaggi che giustamente nomini – i loro peccatucci sono sempre veniali per certa opinione pubblica – sono pur votati c’è una bella massa di “pierini” anche dall’altra parte.
    Un caro saluto, in pace.

  5. L’altra parte?

    La mia parte è questa.

    Vado a scuola e faccio sciopero. I colleghi di destra mi accusano di essere una fannullona. Faccio notare che fare sciopero per un giorno mi costa 80 euro. Mi astengo dalle attività di coordinatrice e segretaria per protesta alla riforma Gelmini, i colleghi di sinistra si imbufaliscono perchè toccherà loro sostituirmi. Faccio notare che se ci astenessimo tutti, bloccheremmo le scuole in ogni parte di Italia, magari qualcosa lassù al ministero capirebbero. E’ come fargli capire il moto di un’astronave che va alla velocità della luce. Cerco di comprare ogm, mi si dice che non serve a nulla, ci sono tanti imbroglioni che speculano anche in questo settore. Non guardo più la televisione da anni, mi si dice che non serve a nulla, tanto ci sono milioni di telespettatori che la guardano. Faccio coming out, mi si dice che non serve a nulla, tanto la gente non cambierà con il mio coming out personale. Cerco di votare per nessuno di questi personaggi che si sprecano nell’omofobia, mi si dice che tanto non serve a nulla. Sono tutti uguali.

    Ho concluso che magari tutto questo non servirà davvero a nulla, che la gente ha davvero ragione. I pierini sono dappertutto, destra e sinistra, centro e ovest. Il punto è che serve a me. Mi fa sentire un minimo coerente. Da questa parte sto.

  6. Apprezzo molto la tua sofferta coerenza quanto disprezzo i commenti degli opportunisti e dei cinici che sfortunatamente conosci.
    Sperando di alleviare il disagio che nasce dalla tua frustrazione, mi permetto, sono certamente più anziano di te, di rammentarti che non tutto però può essere affrontato con tanto rigore.
    Sulla riforma Gelmini, ad esempio, ho letto parole di apprezzamento da parte di Sergio Romano, mente lucida e saggia, voce di grande onestà.
    Esistono opinioni diverse il che ci insegna che un buon quadro della situazione non è fatto di violenti contrasti ma di opinioni “sfumate” dalla consapevolezza che, forse, qualche ragione hanno anche gli altri.
    Sono certo capirai la mia buona intenzione. Se ho sbagliato, pazienza.

  7. Caro Alessandro,

    dopo avermi schierato a sinistra, continui ad attribuirmi posizioni e sentimenti. Per esempio la frustrazione e la sofferta coerenza. La coerenza, invece, mi da molta gioia. E poi i violenti contrasti, come se vivessi in mezzo ai lacrimogeni…Ti rilancio il vero nodo dell’argomento: perché contiamo così poco nella scena politica noi LGBTQ al punto che chi vuole può insultarci così liberamente?

    Un abbraccio caro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...