Dal 12 maggio 2010, in 26 città tante veglie di preghiera contro l’omofobia

sguardi
Per il quarto anno consecutivo, da mercoledì 12 al 17 maggio 2010 (giornata internazionale contro l’omofobia) ed oltre, tanti cristiani di diverse confessioni religiose (cattolici, valdesi, battisti, metodisti, etc…) veglieranno insieme ai gruppi di credenti omosessuali per ricordare le troppe vittime della violenza dell’omofobia.

Da Palermo ad Aosta, in 26 città, non solo italiane, tante veglie ecumeniche cercheranno d’infrangere il muro di assordante silenzio che permane nella nostra società, e soprattutto nelle nostre chiese, su questo tema.

Un iniziativa a cui, quest’anno, hanno aderito anche i gruppi di cristiani omosessuali spagnoli appartenenti alla Federazione Nazionale FELGTB ed i gruppi spagnoli Ichthys e Aldarte, ed il gruppo tedesco Arbeitsgemeinschaft Schwule Theologie e.V. che organizzeranno a Bilbao, Madrid, Valencia, Murcia e Sevilla (Spagna) e a Monaco di Baviera (Germania) delle veglie pubbliche in comunione con quelle italiane

Anche molte comunità valdesi, battiste e metodiste hanno deciso di dedicare i loro culti domenicali del 16 maggio per fare memoria delle vittime del “peccato dell’omofobia”, mentre a Milano, Catania, Roma, Padova ed anche a Cremona le veglie di preghiera organizzate dai gruppi di credenti omosessuali, per il secondo anno consecutivo, saranno ospitate in alcune chiese o parrocchie cattoliche.

Ancora una volta comunità e chiese diverse pregheranno insieme perché, come recita il volantino inviato a tutte le parrocchie e le comunità evangeliche milanesi “come cristiani non possiamo restare indifferenti quando tanti uomini e tante donne soffrono per le violenza e le ipocrisie che ancora sussistono in molte persone nella società e nelle chiese.

(…) Come cristiani anche quest’anno ci sentiamo chiamati ad incontrarci per pregare insieme” per “ispirare l’azione di tanti uomini e di tante donne di buona volontà perché liberino il mondo da qualunque forma d’omofobia”.

“Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo?” (Romani 8,35) sarà il verso biblico che risuonerà in tutte le veglie e nei culti domenicali, perché se anche questa volta le persone non ascolteranno, già il pregare insieme “al di l’à di ogni ‘differenza”, di credo, fede e orientamento sarà già un “piccolo grande segno”.

.

Per approfondire:

Rassegna stampa delle Veglie 2010

Le città dove, dal 12 maggio 2010, si veglierà per ricordare le vittime dell’omofobia

Annunci

Un pensiero su “Dal 12 maggio 2010, in 26 città tante veglie di preghiera contro l’omofobia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...