Evangelici e cattolici veglieranno insieme per ricordare le vittime della violenza dell’omofobia (10-17 maggio 2010)

lottaOmofobia1

Dal 10 al 17 maggio 20010 tante comunità cattoliche ed evangeliche ed i gruppi di credenti omosessuali italiani pregheranno insieme per ricordare le tante vite che sono state spezzate dalla violenza dell’omofobia’.
Per una settimana tante veglie ecumeniche illumineranno le città italiane, mentre domenica 16 maggio 2010 molte comunità cattoliche ed evangeliche faranno memoria nel loro culto domenicale delle vittime del “peccato dell’omofobia” .

E’ giunto il momento di vegliare nelle nostre chiese e di fare memoria del “peccato dell’omofobia”. E tu che fai? Taci, o veglierai con noi.
.

.

Vegliamo perchè “Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo?” Riflessioni di Rosa Salamone, vicepresidente REFO (Rete Evangelica Fede e Omosessualità)

Dal 10 al 17 maggio, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia, si terranno in molte città e in chiese di diverse confessioni le veglie per ricordare le vittime che l’ignoranza e il pregiudizio causano ancora in tutto il mondo tra le persone lesbiche, gay, bisex, trans e queer (LGBTQ).

La REFO, Rete Evangelica Fede e Omosessualità, invita uomini e donne di buona volontà a unirsi nel ricordo delle vittime,  nella preghiera comune che prenderà spunto dal versetto “Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo?” (Romani 8,35) e nell’azione concreta perché le discriminazioni possano cessare.

Leggi tutto… http://www.gionata.org/in-veglia/2010/vegliamo-perch-chi-ci-separer-dunque-dallamore-di-cristo.html

.

E’ tempo di vegliare nelle nostre chiese per fare memoria del “peccato dell’omofobia” Lettera aperta del gruppo Varco-Refo di Milano

Care sorelle e cari fratelli, il 17 maggio 1990 l’Organizzazione mondiale della sanità cancellava l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali: qualche anno dopo la comunità gay e lesbica internazionale scelse la data del 17 Maggio per la celebrazione della Giornata Mondiale contro l’omofobia (ovvero l’odio e la paura verso le persone omosessuali e transessuali).

Leggi tutto… http://www.gionata.org/in-veglia/2010/e-tempo-di-vegliare-nelle-nostre-chiese-per-non-dimenticare-le-persone-vittime-dell-omofobia.html

Dal 10 al 17 maggio 2010 preghiamo insieme per ricordare le vittime dell’omofobia

Da lunedì 10 a lunedì 17 maggio 2010 (giornata internazionale contro l’omofobia) cristiani di diverse confessioni religiose (cattolici, valdesi, battisti, metodisti, etc…) pregheranno insieme ai gruppi di credenti omosessuali italiani per ricordare le vittime della violenza dell’omofobia. E tu che fai? Ti unisci a noi?

Leggi tutto… http://www.gionata.org/in-veglia/2010/dal-10-al-17-maggio-2010-vegliamo-insieme-contro-l-omofobia.html

.

Il miracolo delle Veglie, perchè ‘Niente ci potrà mai separare dall’amore di Dio?’ Riflessioni di Gianni Geraci del gruppo Guado di Milano

Da quando sono tornato non riesco a non ripensare a quello che è successo ad Albano: l’età e l’esperienza dovrebbero avermi vaccinato rispetto a certe emozioni e invece mi sono improvvisamente ritrovato con vent’anni di meno, commosso come quando alla fine degli anni ’90 mi commuoveva l’idea che fosse davvero possibile trovare la strada di una autentica «santità omosessuale».

Leggi tutto… http://www.gionata.org/in-veglia/2010/il-piccolo-miracolo-delle-veglie-perch-niente-ci-potr-mai-separare-dallamore-di-dio.html

.

Una chiesa cattolica che non ti aspetti. Le veglie contro l’omofobia, una testimonianza contro ogni discriminazione Riflessioni di Innocenzo Pontillo, volontario del progetto gionata

Penso a quante volte sono stato a incontri di associazioni, gruppi cristiani o parrocchie impegnate a discutere su come proclamare “il cristianesimo” ma incapaci di guardare verso l’ultima fila, proprio lì dove era seduta una persona sola, una persona appena arrivata che non conosceva nessuno e che stava lì, in silenzio, e aspettava solo che qualcuno l’accogliesse e le dicesse “ciao come ti chiami? Che fai qui?”.

Sarebbe bastato solo questo perché tutti quei “proclami” diventassero reali, vivi, concreti perché “ero forestiero e mi avete ospitato” (Matteo 5, 35).

Leggi tutto… http://www.gionata.org/in-veglia/2010/una-chiesa-cattolica-che-non-ti-aspetti.-le-veglie-contro-l-omofobia-una-testimonianza-contro-ogni-discriminazione.html

Annunci

4 pensieri su “Evangelici e cattolici veglieranno insieme per ricordare le vittime della violenza dell’omofobia (10-17 maggio 2010)

  1. Carissimi Innocenzo,Rosa,Gianni e amici di Varco Refo molto belle le vostre riflessioni e la scelta del verso di San Paolo.Anch’io vorrei partecipare alla Veglia contro l’omofobia anche se purtroppo non potrò essere fisicamente per ragioni di salute insieme a voi.Però con il cuore e il pensiero sarò con voi e con tutte e tutti i gay e le lesbiche cattolici e evangelici che pregheranno per le vittime dell’omofobia.Verrà un tempo in cui l’omofobia scomparirà.Anche l’apartheid in Sudafrica sembrava invincibile ma la vita e la lotta di Nelson Mandela e altri lo hanno cancellato aprendo il cuore e la mente di molti bianchi ex razzisti al rispetto verso i fratelli e connazionali neri.

  2. Carissimi,
    Intanto complimenti per la nuova veste di GinataBlog: è bellissima. E poi volevo dirvi che anch’io vorrei tanto partecipare alla veglia, ma per varie ragioni non potrò essere in mezzo a voi fisicamente. Mi unirò ugualmente alle vostre preghiere, nella solitudine della mia stanza, perchè cessi, soprattutto tra i cristiani ogni forma di disciminazione e opressione. A chi mi diceva, circa un’anno fa, che l’omossessualità viene dal diavolo, rispondevo con le parole di San Paolo in Romani 8,35. Se nessuno ci separerà mai dall’amore di Cristo, stiamo certi che questo amore trionferà. Un abbraccio forte.

  3. Carissima Lavinia,
    il fatto che tu ci sarai vicina quando veglieremo insieme per vincere l’omofobia renderà le nostre preghiere senz’altro molto più gradite al Signore. Ed è per questo che oso chiederti di esserci vicina anche in questi giorni in cui stiamo lavorando alla preparazione delle veglie: chiedi al Signore di ispirare nel cuore di tante persone il desiderio di organizzare una veglia; chiedigli poi che ci siano tante comunità cristiane disposte ad accogliere nel momento in cui chiedono di pregare insieme; chiedi poi al signore di guidare il cuore di tante persone che non sono omosessuali affinché prendano in seria considerazione l’idea di pregare insieme a noi.
    Un abbraccio

    Gianni

  4. Carissimo Gianni,grazie di cuore per le tue parole.Pregherò.Gesù ascolta tutti,io sono solo una piccola creatura.un abbraccio con tanto affetto e amicizia Lavinia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...