Vincono gli ipocriti! La Camera affossa la legge contro l’omofobia

ipocriti in parlamento

Riflessioni dei Webmaster di Gionata.org del 13 ottobre 2009

Dopo mesi di confronti e tante discussioni la "legge Concia" sull’omofobia è stata affossata alla Camera.
"La maggioranza ha votato l’incostituzionalità del provvedimento dopo essere stata sconfitta sul tentativo di rinviare tutto in Commissione.
La pregiudiziale di incostituzionalità, sollevata dall’Udc, ha ricevuto 285 voti favorevoli, 222 contrari e 13 astenuti. Decisione che ha aperto una scia di polemiche tra maggioranza e opposizione, ma anche nello stesso Pd" (la Repubblica, 13 ottobre 2009).

A nulla sono servite mobilitazioni, manifestazioni e gli appelli che si sono susseguiti nell’ultimo mese. A poche ora dalla discussione alla Camera il “clima di sdegno e condanna generale che aveva trovato seguito anche in Parlamento” dopo i ripetuti attacchi omofobi a gay e lesbiche, avvenuti in questi mesi, si è ipocritamente sciolto.

Forse è cronaca troppo recente per essere pubblicata su gionata.org  ma questa è la notizia… che dire? Noi rimaniamo senza parole.

E voi che ne pensate? Se non sanno approvare neanche uno straccio di legge non ci "resta che andare tutti in Spagna" come ci hanno ssuggerito "ironicamente" alcuni "amici"?

Annunci

18 pensieri su “Vincono gli ipocriti! La Camera affossa la legge contro l’omofobia

  1. Non mi piaceva il testo proposto dall’on. Concia. Tuttavia in Commissione si sarebbe potuto formulare una proposta più fondata giuridicamente e più equilibrata. Nel Codice Penale, l’aggravante già esistente dei motivi abietti e futili poteva essere modificata al fine di includere anche l’odio politico, religioso, razziale e sessuale, il disprezzo delle donne, dei deboli, dei diversi, l’omofobia. Dalle cronache più attente comprendo che sia il PDL che il PD hanno fatto pasticci, mentre le fazioni minori hanno, come al solito, cercato solo la propria visibilità. Sono deluso, ma confido molto nella riproposizione di testi più meditati e più mediati.
    Non finisce qui.

  2. sono costernato…vince la banalità del male come usava dire Primo Levi in un contesto diverso ma perfettamente applicabile adesso perchè gli ebrei sono diventati gli omosessuali e poi vince la politica ecclesiastica cattolico romana naturalmente.Fare del male a un omosessuale porta consensi politici la mia solidarietà e le mie preghiere +Theodoro Armando Corino vescovo ortodosso

  3. Non si capisce come si possa ritenere pregiudizialmente incostituzionale il ddl Concia per un presunto equivoco terminologico. E’ ridicolo che nel 2009 alcuni influenti parlamentari non sappiano che cos’è l’ “orientamento sessuale” quando è una categoria ormai entrata anche nel lessico di importanti documenti delle istituzioni europee.

    La cosa più raccapricciante, come sempre, è il silenzio, o addirittura la tacita e soddisfatta compiacenza, di tanta parte dell’episcopato italiano.

  4. finché due volte al giorno passava la notizia, tutti si spendevano in grandi promesse a favore di queste leggi…che comunque sarebbe un piccolo passo…quando i neri hanno avuto il diritto di voto in america non immediatamente sono stati rispettati ma un po’ alla volta si è arrivati ad Obama alla casa bianca…

    questa legge non serve solo come minaccia, non serve solo perché i colpevoli vengano puniti più severamente. è un messaggio chiaro alla società, che essere gay è normale: si nasce neri, si nasce cinesi, si nasce gay.
    e se le società, come la storia ci insegna, non sono pronte ai cambiamenti, servono i governanti – che dovrebbero essere un po’ lungimiranti – a guidare il popolo all’integrazione…

    …ma al momento ciò non porta voti…

  5. Io non ho parole! anche se non mi meraviglio di quello che succede, non ultimo, l’ennesima aggressione ieri ai danni di una coppia di gay. Poi, non per prendermela sempre con la Chiesa (anche se forse è la prima ad essere omofoba!), chissà perchè, predica tanto contro la violenza, contro l’ingiustizia, la povertà -che è anche giusto-, ma chissà perchè non l’ho mai sentita pronunciare parole di condanna verso chi aggredisce omosessuali: mai! non mi sembra di aver sentito pronunciare parole dure contro questi comportamenti omofobi! E mi dispiace dirlo, mi viene un pensiero brutto: che il Vaticano stesso, con le sue parole di condanna contro l’omosessualità abbia contribuito ad alimentare violenza su violenza…

  6. sono molto avvilita dal fatto che il “nostro governo” (anche se non ho votato per l’attuale maggioranza e non lo farò mai!) ancora una volta mostra il suo vero volto: un gruppo di individui radicato nelle idee del passato… una mentalità che non dovrebbe più esistere nel 21° secolo. Possiamo e, forse, dobbiamo avere ciascuno/a di noi idee di diverse che ci contraddistinguono gli/le uno/e dagli/dalle altri/e… ci possono essere ancora persone che credono fermamente che l’omosessualità sia un “peccato mortale” e che non sia parte integrante della Natura Umana e quindi, parte integrante della Creazione di Dio… ma dovremmo essere tutti/e uniti/e semplicemente per il fatto che, nonostante le diversità individuali (per orientamento sessuale, idee politiche, fede religiosa, sesso) siamo Uguali di fronte a Dio e tutti/e hanno Sacrosanto Diritto alla Vita e al perseguimento della felicità. Credevo che quello che avevano compiuto i Nazisti potesse essere d’esempio per costruire una Nuova Umanità… Credevo che la storia potesse dare una Nuova Coscienza a tutti/e… ma evidentemente non è ancora così… evidentemente c’è ancora gente che pensa che il mondo sia ancora diviso in bianchi e neri, eterosessuali e omosessuali (uomini e donne che amano), cittadini regolari e clandestini… persone di Serie A “normali” e persone di Serie B “anormali”…
    Circa duemila anni fa, un uomo chiamato Gesù, ebbe il coraggio di affermare che in Lui (Dio) non c’erano nè Gentili, nè Ebrei, nè Romani, nè Samaritani e via dicendo… Gesù non ha mai chiamato nessuno normale o anormale… Secondo me, la normalità sta nel fatto che non esistono “coppie normali” o “coppie gay e lesbiche” (termini che mi stanno sempre più sul culo e vorre che stessero sul culo anche a tutti/e coloro che credono in una Nuova e Migliore Umanità!) ma, Uomini e Donne che Amano… ed è così che io amo definirmi: non “Lesbica” ma Donna Che Ama!
    Il cuore non conosce ostacoli o barriere etniche, sessuali, ideologiche… Va dove deve andare! e così faccio io e spero lo facciate pure voi da ora in avanti… finchè saremo “orgogliosi” di farci chiamare “Gay e Lesbiche” ci considereranno sempre “anormali”… cerchiamo di cambiare la storia oggi, in questo momento, tutti/e insieme: Uomini e Donne cha Amano…

    sara vinti

  7. L’esito del voto era scontato.Sperare che la destra non sia disumana e a favore dei diritti umani è come pensare che Bruto avrebbe potuto essere un buon figlio adottivo di Giulio Cesare,Nerone un equilibrato imperatore,Gianciotto,il marito di Francesca da Rimini,un marito comprensivo.La Spagna è bella e felice chi ci può andare ma è qui in Italia che noi lesbiche,gay e trans dobbiamo lottare pacificamente e costantemente per i nostri diritti negati e per quelli di tutte le altre minoranze.Trattare con la destra non si può.Ma usiamo l’intelligenza, come diceva Antonio Gramsci,e le armi della cultura come diceva Pier Paolo Pasolini e la VISIBILITA’ perchè chi è visibile può parlare ma chi è nascosto,anche se so che ci sono situazioni realmente difficili,non può parlare alla gente per dire che essere lesbiche,gay,trans è una innata variante dell’amore che molte e molti vivono con amore e rispetto se in coppia e con dignità se single.Un abbraccio ai webmasters e a tutti.

  8. trovo che sia una vergogna assoluta! ieri a Montecitorio mi sono portato un triangolo rosa, atto a ricordare a tutti (noi gay compresi) la nostra storia dimenticata e umida di sangue.
    Una storia che deve fortificarci e dare uno slancio a partire dalla memoria, per reagire, combattere e costruire.
    Perchè lòa colpa è anche nostra. Cosa abbiamo fatto in questi anni?

    La lotta ha un senso, se noi per prima incominceremo ad evolverci come persone e poi come omosessuali.

    E se fossero accaduti atti di violenza contro gli ebrei?

    Certo, sarebbe stato tutto molto diverso…
    Forse dovremmo incominciare a pensarci, a progettarci come una lobby, uno zoccolo duro sul quale tutti i politici dovranno tener conto… proprio come lo è la comunità ebraica.

    ho creato un gruppo su facebook, con i collegamenti agli altri “sul tema”.
    Iscrivetevi!
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1515469418&ref=profile#/group.php?gid=283959445426&ref=nf

  9. Signora Binetti,senza giudizi e polemiche,vorrei chiederle perché lesbiche e gay le sono antipatici?Glielo chiedo come lesbica e come credente,per 9 anni militante nel Pci e per 5 nel movimento pacifista degli anni 80.La sua eventuale risposta pubblica su Gionata.org (email Gionatanews@gmail.com)sarà accolta con rispetto e attenzione.Distinti saluti Lavinia Capogna.

  10. La bocciatura della legge antiomofobia, con il pretesto che potrebbe costituire un privilegio per gli interessati, oltre alla condanna unisce la beffa. In tutta Italia si verificano atti di violenza preoccupanti non solo contro i gay, ma anche contro qualsiasi senso del vivere civile.

    Non ci vuole molto a capire che vivere seneramente la propria omosessualità comporta una serie di ostacoli maggiori di chi vive la propria eterosessualità. Picchiare una persona è sempre una azione da condannare, ma fare violenza solo per il fatto di vivere serenamente propria vita vuol dire violentare non solo il corpo della persona ma anche anche la dignità dell’essere umano nella sua completezza. Probabilmente bocciando questa legge si voleva soprattutto dare un altro segnale. Da una parte chi è sempre interessato difendere gli interessi clericali per qualsiasi motivo.

    Dall’altra invece chi ha avuto frizioni col Vaticano, per motivi noti all’opinione pubblica nazionale e internazionale, ma ora ha bisogno di proporsi come garante nella politica italiana. Che faccia tosta! Roma val bene una messa!

  11. Si, giá ho detto quello che pensavo, in diverse occasioni. Con voi e con altre pagine simili che incontro in internet.
    Io vivo in spagna giá da 10 anni, sono venuto qui perché ero stufo di cercare di combattere la ipocrisia degli italiani,non solo del Parlamento, degli italiani in generale.

    Qui mi sono sposato con un ragazzo meraviglioso, che Dio ha voluto portarselo al cielo ,che sono tre mesi, dovuto a un cancro, e adesso sono il vedovo di un ragazzo meraviglioso, che mai dimenticaré.

    In italia questo non lo havrei potuta fare, pero si havrei potuto accettare ( avrei dovuto accettare ), che una persona che ci governa faccia orgie con minorenni e sia la vergogna in tutto il mondo per il suo modo di trattare le donne e gli omosessuali.

    SILVIO BERLUSCONI, LA GENTE QUI SI RIDE DI TE, pero la colpa é degli italiani, della ipocrisia degli italiani che cuando domandi a qualcuno se ha votato per Berlusconi, nessuno la ha fatto, pero sta li a governarvi.

    Mi dispiace dire che non torneró mai piú in italia, perché ho vergogna di essere italiano e stó domandando la nazionalitá spagnola. Un saluto FABIO

  12. Non illudiamoci: il braccio secolare che ha affossato la legge è stato messo da PDL (non tutto), Lega; Udc; ( e Binetti, distratta dal cilicio che porta) ma l’esecuzione è stata decisa dal Vaticano. Buttiglione ha oggi detto chiaramente nell’intervista a Repubblica, di aver consultato dei vescovi; e ieri in bella vista su Il Giornale berlusconiano ( quello che ha affossato Boffo) il vescovo di San Marino e Montefeltro ha eplicitamente chiesto ai “cristiani” di non votasre la legge.
    Leggo il primo intervento di Mauro e non lo capisco bene:per quale motivo le nuove formulazioni potevano essere fatte “in commissione” ( cioè tornando indietro) e non in aula parlamentare? Il testo è stato bocciato con una oscena motivazione di incostituzionalità ( leggerla per credere: se ai gay sì, perchè non ai pedofili, agli zoofili ecc.!!) Chi ha votato a favore sapeva bene cosa votava! più chiaro di così? e hanno nomi e cognomi! tristissimo che abbia votato contro anche Santo Versace,PDL, con il fratello gay assassinato; patetici i suoi tentativi di autodifesa ieri in tv (“c’era confusione; a un certo punto non ho capito cosa votavo”). Quei deputati hanno con il loro voto giustificato gli assassini dei nostri fratelli!

  13. perche non si fonde un movimento,o meglio un partito gay ne di destra ne di sinistra che tanto ci prendono x culo tutte e due gli schieramenti,fondiamo un partito gay,un partito che pensi a noi,che tuteli inostri interessi,che ne pensate?

  14. L’idea del partito gay è certamente accattivante, ma è piuttosto utopica, perchè sarebbe davvero difficile mettersi d’accordo… Grillini e Oliari insieme in uno stesso partito… mah… già sarebbe un problema trovare una soluzione per il riconoscimento delle coppie stesso sesso. Consideriamo che una parte del movimento è pro-pacs e anti-matrimonio, una parte è anti-pacs e pro-matrimonio. Ma il problema vero sarebbero tutti gli altri innumerevoli temi dell’agenda politica. Alla fine prevarrebbe un orientamento specifico (per semplicità: destra o sinistra) e verrebbe meno il criterio di unificazione di tutti i gay sotto una stessa bandiera politica.

    D’accordo invece a un movimento sociale gay/lesbico che unisca tutti, di tutte le opinioni politiche. Ad oggi, la percezione è che il movimento gay/lesbico sia più marcatamente “di sinistra” o “radicale”, nel bene e nel male, politicamente appoggiato soltanto da alcune elite intellettuali. Mi chiedo se si tratti di una semplice percezione o di un fatto vero e proprio. Se si tratta di un fatto, le ipotesi sulle cause possono essere tre:
    1) la sinistra è più accogliente della destra nei confronti delle diversità, per cui “adattivamente” il militante gay/lesbico sceglie più probabilmente la sinistra
    2) in Italia, il peculiare scenario politico culturale riassunto nella mistificante dicotomia cattolici-laici, ha relegato il movimento gay/lesbico verso posizioni laiciste, tipicamente acrivibili all’anticlericalismo della sinistra radicale e del radicalismo. In aggiunta, i cattolici gay/lesbici sono stati fortemente frenati dalla compartecipazione al movimentismo gay/lesbico in Italia, a causa del lento processo di socializzazione e di attivismo sociale
    3) scarsa partecipazione politica e movimentista di cittadini gay/lesbici con ampie disponibilità economiche e in generale più orientati su posizioni politiche tipicamente conservatrici

    Altre idee?

  15. A me non meraviglia proprio niente … Vent’anni fà non se ne parlava nemmeno di certi argomenti … ora sono quasi all’ordine del giorno … il che vuol dire che l’evoluzione cammina sulle proprie gambe, a dispetto di chi fa di tutto per arrestarla. I cambiamenti profondi sono lenti, impercettibili … sembra che non cambi niente, ma questo per chi non sa cogliere i processi nel loro dispiegarsi attraverso il Tempo. Chi vuol andare in Spagna liber* di farlo, chi vuol rimanere… pure!… menomale che qualcun* rimane qui … sennò come faremmo ?? … Poi, di che si meraviglia la gente … ma guardatevi attorno e indietro: Storia del Papato con il suo ‘nepotismo’ … mafia … compravendite di voti … ma che ci si aspetta ? Quante e quanti italian* danno il loro voto, senza pensare ad un proprio ‘immediato’ tornaconto ?? … scarso senso civico! … l’Italia ha il governo e i rappresentanti che si merita, ciò non mi scoraggia affatto dal continuare ad impergnarmi in ogni dove per la causa della Giustizia e dlla Libertà.
    E la popolazione LGBTQecc. non ha niente di diverso dal resto dell’umanità in quanto a pregi e difetti. Ma questo concetto pian piano sta entrando più facilmente nella testa delle nuove generazioni, sono le vecchie che fanno resistenza – come accade sempre nella storia. E’ un processo inarrestabile – che piaccia o no a qualcun*. Poi, mi rendo conto che non si ha molta informazione storica su chi ha portato avanti le battaglie dei diritti LGBTQ … da sempre la Sinistra si è fatta carico di difendere i diritti delle minoranze e quando parlo di ‘sinistra’ mi riferisco al ‘popolo di sinistra’ con pregi e difetti – come tutt* altr* – d’altronde. Questo – che piaccia o no – lo si deve attribuire alla sinistra … altro che poche e pochi intellettuali … Ora si sta svegliando la gente più di centro – inclusi i movimenti dentro la chiesa cattolica o adiacenti…
    Questa è storia di cui io sono testimone – lesbica consapevole e pure attiva politicamente sin dall’ epoca del liceo … altro che coming-out!! e vi parlo di 33 anni fa’ … al liceo si vociferava di me e non per questo rinnegavo me stessa, anzi parlavo con le persone più fidate e queste certo non erano di destra, ma tutte di sinistra… e così successivamente, con la nascita dei primi collettivi femministi, dove si riparavano anche le lesbiche … ambienti di sinistra! … che piaccia o no, questa è storia anche documentata. Chi si affaccia ora all’impegno sociale, dovrebbe almeno documentarsi prima di parlare e immaginarsi che la ‘visibilità’ LGBTQ di oggi sia uscita dall’uovo di pasqua. Qua c’è gente che vive da decadi questi problemi; e la sensibilità e l’ascolto, lo spazio politico lo si poteva trovare solo a sinistra…, la sinistra che si è fatta da sempre portavoce delle minoranze! Ora escono allo scoperto anche altre formazioni … che ben vengano, ma che non si confondi l’ordine della Storia, per favore !! No, noi non perdiamo la Memoria !! E a maggior ragione andiamo avanti con l’impegno di sempre, alla faccia del disfattismo, del moralismo benpensante e cattolico (non cristiano), alla faccia della conservazione del mito patriarcale eteronormato e quant’altro… Noi andiamo avanti per un mondo più giusto e solidale, ogni giorno e indipendentemente dalle vittorie e fallimenti dei governi,e dei/delle loro rappresentanti – dal popolo elett*! Del resto, da che mondo è mondo… pure Gesù finì sulla Croce per predicare l’Amore universale …di che ci meravigliamo ancora?? Si va avanti, perché si crede nei valori della Libertà e Solidarietà insieme. Cris Gi di Progetto Naussa – Laboratorio Lesbico di Spiritualità, e socia di Arcilesbica Mediterranea Bari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...