Noi, volontari tra i terremotati d’Abruzzo. Una settimana particolare

terremoto abruzzoTestimonianza di Stefania e Emanuele del gruppo Kairos di Firenze

A quattro mesi di distanza dalla scossa che ha devastato L’Aquila e molti paesi intorno, visitare le zone interessate da questo evento è un’esperienza veramente impressionante.
Farlo da volontari, nel tentativo di portare il proprio piccolo aiuto nelle innumerevoli tendopoli che accolgono le decine di migliaia di persone rimaste senza tetto, è un’esperienza ancora più singolare, umanamente ricchissima, ma anche complessa, sicuramente difficile da raccontare.

Leggi tutto…

Annunci

Un pensiero su “Noi, volontari tra i terremotati d’Abruzzo. Una settimana particolare

  1. Grazie a Stefania e ad Emanuele che hanno scelto di andare volontari in Abruzzo.I loro interrogativi sono importanti e bisogna anche chiedersi come bambini,adulti,anziani potranno superare interiormente e materialmente la tragedia del 6 aprile 2009.Ancora la gente abbassa la voce e si stringe il cuore quando ricorda il Vajont nel 1963,il terremoto di Ancona 1972,quello del Friuli 1976 e in Irpinia 1980.Occorre il sostegno di tutti,ognuno come può,perché la solidarietà diventi ancora di più realtà e non solo una parola vuota e perché le e gli abruzzesi NON siano e non si sentino soli.Tante le questione politiche fondamentali che avete giustamente posto nella vostra riflessione.E naturalmente una solidarietà vera deve giungere ai siciliani colpiti da una tragedia che si sarebbe potuta evitare se devastazioni ambientali e frettolose edificazioni edilizie non avessero cambiato il territorio messinese.Un abbraccio Lavinia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...