La scopertà dell’omosessualità di un figlio raccontata da una madre

testimonianzaTestimonianza di Becky Groves tratta da emptyclosets.com, liberamente tradotta da Pina

A volte, nella vita, viviamo determinati momenti che ci cambiano. Come genitore di un ragazzo gay, questo è stato indubbiamente uno di quei momenti.
Prima di essere etichettati come “diversi”, eravamo considerati una famiglia media americana. Appartenevamo al ceto medio. Avevamo allevato i nostri figli con i valori della famiglia di cui ogni genitore sarebbe orgoglioso. Li portavamo in chiesa, trascorrevamo del tempo con loro a scuola.

Leggi tutto…

Annunci

4 pensieri su “La scopertà dell’omosessualità di un figlio raccontata da una madre

  1. Bella questa testimonianza di Becky,una madre americana che ama e comprende il figlio gay Adam e si impegna verso altri genitori di figli omosessuali in varie associazioni.Becky descrive una comunità tipicamente americana della middle class(media borghesia)e Adam per il suo coming out utilizza un email scritto ai familiari.L’informatica ha cambiato la società e questa volta in meglio.La testimonianza di Becky è anche un esempio per molte mamme e papà italiani di figlie lesbiche e figli gay.Da noi esiste l’Agedo(associazione di genitori di omosessuali)a cui rivolgersi.L’amore è la via maestra perché non c’é comprensione e dialogo senza amore.Grazie a Pina che ha tradotto la testimonianza.

  2. la scoperta della omosessualità del figli* è una di quelle che cose che ti cambiano la vita, cambiano il tuo modo di vedere il mondo intorno, in poche parole, a mio parere, ti aprono la mente. C’è da essere orgogliosi che ci siano persone, che come te, combattono giornalmente per il mondo LGBT, combattere significa, anche per noi genitori, non nascondersi ma vivere la vita semplicemente ed amando i nostri figli.
    Anche io cerco di dare un piccolo contributo con azioni che portino l’opinione pubblica a prendere coscienza della tematica, e a non fare come gli struzzi che nascondono il capo sotto la terra perchè la cosa non gli riguarda. C’è di bello che questa lotta la porto avanti assieme a mio figlio ed il suo compagno.
    marco buzzetti

  3. Carissimo Marco, io direi che la scoperta dell’omosessualità delle persone che amiamo (figli, amici…) è una di quelle cose che ti cambiano la vita.
    Proprio come dici tu: se ti lasci aprire la mente, una scoperta così te la apre. Sono forse le “pietre di inciampo” che ci costringono a rivalutare il nostro cammino, per renderlo più bello, più accogliente, più intriso d’amore.
    Sei un ottimo padre. Io ho due figli maschi adolescenti, e tante volte mi chiedo come sarebbe se …
    Ho una risposta, oggi ho una risposta che anni fa non avevo. Li amerei comunque e sarei al loro fianco, sempre.
    Scherzando, già oggi dico loro: “non mi importa di chi vi innamorerete, donna o uomo, purchè impariate a costruire la vostra felicità, assieme”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...