L’inferno omofobo delle prigioni francesi

rassegna stampaRiflessioni di dieunousaimechretiensetgay del 30 ottobre 2008, liberamente tradotto da Dino

In Francia l’associazione RAVAD, che lotta contro le discriminazioni e le aggressioni omofobe denuncia la situazione delle prigioni francesi dopo le rivelazioni di un detenuto di Villefranche-sur-Saone al giornale Libération.
Il quotidiano Libération pubblicava, nella sua edizione del 23 ottobre 2008, la testimonianza di Vincent Stasi, un anziano detenuto, che faceva riferimento alle molteplici sevizie ed aggressioni sessuali, a carattere omofobo, subite nella casa di detenzione Saint-Paul a Lione, e poi in quella di Villefranche-sur-Saone.

Leggi tutto…

Annunci

2 pensieri su “L’inferno omofobo delle prigioni francesi

  1. Importante questo articolo che cita anche Libération,il miglior quotidiano francese.Purtroppo le carceri che dovrebbero redimere chi ha compiuto dei reati e in cui ogni detenuta/o sia protetto da violenze psicologiche e fisiche sono in gran parte l’opposto.In Francia è descritta una situazione allucinante.E in Italia?Spero che qualche lavorante in carcere e qualche detenuto che abbia accesso a Internet voglia e possa raccontarci qualcosa della sua vita quotidiana in questi luoghi di cui vediamo solo le mura ma di cui non si sa nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...