Padre perdona la chiesa cattolica che non sa parlare di te

riflessioniRiflessioni di Massimo

Quanta teatralità all’interno della Chiesa. Uno spettacolo che purtroppo oggi non fa più odiens, che non attira più gente.
Un copione visto e rivisto. Un biglietto troppo alto per uno show ormai scadente e fuori moda. Nozioni, dogmi, esortazioni…
Ma quanto resta del Vangelo? Quanto del messaggio originario, salvifico? E la croce? Indossata come gioiello, status, ornamento. Che senso ha più? Ha perso la sua forza, il suo peso. L’abbiamo alleggerita dai suoi chiodi, l’abbiamo indorata, resa preziosa, adornata. Non è più il patibolo della vita.

Leggi tutto…

Annunci

Un pensiero su “Padre perdona la chiesa cattolica che non sa parlare di te

  1. Dove va questa Chiesa?

    Salve sento il bisogno di esprimere da cattolico tutta la mia amarezza per l’ultima decisone di Papa Benedetto XVI di revocare la scomunica e quindi reinserire a pieno titolo nella Chiesa Cattolica i vescovi scismatici lefrebviani tra cui il vescovo Williamson accanito negazionista della Shoa

    Mi ha dato molto dispiacere il silenzio assordante dei vescovi e sacerdoti comuni Italiani, a parte qualche voce isolata c’è stato ripeto un silenzio assordante.

    La motivazione da parte della chiesa per la revoca della scomunica è stata questa: è un gesto di misericordia, ma perché questo gesto di misericordia non c’è mai stato verso i cattolici più progressisti quelli che, siano stati vescovi ,teologi, sacerdoti, hanno cercato di portare la chiesa a vivere ed a calarsi nei problemi reali e nelle miserie quotidiane? Penso alla teologia della liberazione stroncata sul nascere dallo stesso Ratzinger, allora prefetto della Congregazione per la dottrina della fede.

    Io vedo un ritorno al passato, vedo una chiesa arroccata che gioca in difesa, almeno a livello gerarchico, che ha paura o peggio ancora non le interessa più di tanto fare i conti con il presente con questo mondo, che invece di stare a fianco di chi soffre ( la chiesa col grembiule la chiamava Don Tonino Bello ) si barrica solo dietro dei no che, è giusto che ci siano ma è necessario contestualmente anche l’ascolto di questo mondo.
    Se ho detto tutto questo è perché voglio bene alla chiesa, come cattolico e scout, ma la vorrei vedere aperta e in dialogo
    Non chiusa dentro se stessa.

    Un cattolico amareggiato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...