L’olocausto dimenticato nel racconto degli omosessuali sopravvissuti alla persecuzione nazista

rassegna stampaArticolo di Peter Tatchell sul The Independent del  12 giugno 2001

“Dobbiamo sterminare tutta questa gente, cioè ogni omosessuale, estinguendoli completamente. Non possiamo permettere al Paese un pericolo del genere. Gli omosessuali devono essere completamente eliminati”.
Con queste agghiaccianti parole, il capo delle SS, Heinrich Himmler, dispose il progetto nazista della pulizia sessuale della razza ariana. Heinz F.,  oggi novantaseienne, è un giovane e spensierato omosessuale che vive a Monaco di Baviera negli anni ’30.  Il giovane Heinz non immagina cosa sta per accadere.

Leggi tutto…

Annunci

4 pensieri su “L’olocausto dimenticato nel racconto degli omosessuali sopravvissuti alla persecuzione nazista

  1. Ho letto con molto interesse questo articolo. Testimonio il fatto che non se ne sa quasi nulla, ed è significativo che non se ne sappia. Almeno, a livello divulgativo. Si sa molto (e giustamente, sia chiaro!) sullo sterminio degli ebrei, qualcosa sullo sterminio degli zingari, e dei detenuti politici, etc, etc.. Pochissimo sullo sterminio causato dall’omofobia. Al massimo riusulta, a livello divulgativo, che tra le vittime del nazismo ci siano stati anche omosessuali, accanto a malati mentali, tstimoni di Geova, e zingari.
    Mi ha lasciato interdetta soprattutto il fatto che le vittime omo del nazismo non abbiano poi avuto riconosciuta neppure un po’ di giustizia…. e che le leggi anti omosessuali siano rimaste in vigore, in Germania fino ad anni tutto sommato recentissimi.
    Credo sia un dovere civile prenderne almeno coscienza.
    C’è molta, moltissima strada da fare per costruire un mondo dove ci sia spazio per tutti.
    Grazie per questa testimonianza.
    Riflettere su questi dolori dovrebbe aiutarci tutti nell’impegno per un mondo migliore.

  2. Memoria e Libertà di Alfred Breitman

    Brilla come un bottone
    di Swarosky,
    avanza con nobile grazia
    come una regina
    e danza
    in un corpetto di organza,
    la Libertà.

    Ride dentro di sé
    il testimone e dice:
    “Sono felice,
    questo è il paradiso
    della democrazia”.

  3. Importante e storicamente esatto questo articolo che ricorda la prigionia e lo sterminio degli omosessuali nei lager nazisti.Per non dimenticare mai donne e uomini,omosessuali e etero,ebrei e cristiani,tedeschi e slavi,rom e sinti che vissero l’inferno sulla Terra appena sessant’anni fa.E i tanti bambini e adolescenti martiri tra cui una ragazzina ebrea tedesca di nome Anne Frank.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...