Giovani gay in fuga dall’omofobia dei genitori. In Francia una struttura gli accoglie

omofobiaArticolo di Charlotte Rotman tratto da Libération del 14 maggio 2008, liberamente tradotto da Dino

La stanza, rosa e lilla, è disposta bene: i letti gemelli sono rifatti. Il copriletto bianco somiglia ad un velo. Mathieu (19 anni) e Sophian (21 anni), una settimana fa non si conoscevano neppure.
Essi condividono una stanza d’albergo a Montpellier, grazie all’Associazione Il Rifugio, una struttura unica in Francia. Tutti e due si sono ritrovati brutalmente messi alla porta di casa loro quando la famiglia ha saputo che erano omosessuali.

Leggi tutto…

Annunci

Un pensiero su “Giovani gay in fuga dall’omofobia dei genitori. In Francia una struttura gli accoglie

  1. i ragazzi che vengono cacciati perché gay, sono solo la punta dell’iceberg, il problema dei ragazzi “dans la rue” é ben maggiore e serio! Quelli che se ne vanno, o scappano, o sono cacciati non sono solo i figli di famiglie inesistenti o disastrate, ma anche i bravi ragazzi di buone famiglie cattoliche. Certo bisogna prendere atto che esistono dei “buoni samaritani” come l’associazione Rifugio che cercano d’affrontare le emergenze, ma bisognerebbe anche chiedersi perché c’é tanto disagio nelle loro vite? I genitori che cacciano un figlio lo fanno perché é gay o perché é figlio e quindi………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...