Omosessualità in famiglia. Come parlarne?

Active ImageArticolo di Emanuele tratto da Acqua di fonte n.24 dell’ottobre 2002

Ogni momento nella società ci porta a dover mediare con situazioni quantomeno difficili: il mio collega di lavoro ostenta un atteggiamento omofobo che faccio, reagisco o faccio finta di nulla? Convivo ancora coi miei genitori e voglio invitare i miei amici gay a casa: allora si può parlare liberamente o devo costringere tutti a tacere circa la propria identità sessuale?
Conviene o non conviene fare coming out in famiglia? Vivere di mezze verità, giorno dopo giorno, può essere fonte di soddisfazione per una persona?Aiuta a rinsaldare il rapporto genitori-figli o contribuisce a spezzare la famiglia? Come reagisce la gerarchia ecclesiastica di fronte a questo problema? Il tacerlo non contraddice il principio etico (che condivido) dell’ “unità della famiglia”? Parliamone.

Leggo l’articolo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...