Noi cristiani incapaci di ribellione di fronte all’omofobia

Active ImageRiflessione di Claudia Mori tratta dal Corriere della sera del 8 aprile 2007

Nell’aprile 2007 il suicidio di Matteo, vittima dell’omofobia dei suoi compagni di scuola, sconvolse l’Italia. In quei giorni Claudia Mori scrisse: “Ti accusavano di essere gay e per te non era tollerabile. Forse non lo eri, ma questo non aveva e non ha nessuna importanza. … Il tuo estremo sacrificio, Matteo, forse aiuterà a far capire finalmente a chi ci governa, anche nel nome di Dio, che i diversi non esistono. E se esistono, hanno gli stessi identici nostri diritti. Forse il tuo estremo sacrificio ci aiuterà a ripudiare ogni discriminazione. Ogni guerra. Ogni Ingiustizia. Io mi riconosco nel Dio dell’accoglienza e non nel Dio dell’intransigenza inumana”. Come non condividere le sue riflessioni?

Leggi l’articolo…

Annunci

Un pensiero su “Noi cristiani incapaci di ribellione di fronte all’omofobia

  1. Eh sì, occorre ribellarsi, altroche.
    Forse omofobia è laparola sbagliata. Si tratta di segrgazione e razzismo. Lo sporco, schifoso razzismo delle persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...